"La vera funzione di un avvocato è quella di unire le parti che si stanno facendo a pezzi"

M. K. Gandhi 

 

REGOLAMENTO
                                       
                        DI NEGOZIATO PROFESSIONALE AGEVOLATO
del C.C. Eureka
 
 
 
 
 1. Applicazione del regolamento e attivazione della procedura di Negoziato Professionale Agevolato.
 
1.1 Il presente Regolamento si applica al Negoziato Professionale Agevolato (“NPA”) di controversie che le parti intendono risolvere bonariamente, in forza di una clausola contrattuale o per effetto di un accordo. Le parti d’intesa con il Centro di Conciliazione Eureka (“C.C.Eureka”), possono concordare di apportare modifiche al seguente Regolamento in qualsiasi momento.
1.2 La parte di una lite che intende attivare la procedura di NPA può farlo compilando il modulo predisposto può farlo          compilando il modulo predisposto dal C.C. Eureka o inviando una richiesta scritta in conformità a questo Regolamento.
1.3 Su richiesta di una delle parti, C.C.Eureka può invitare la controparte a partecipare alla procedura di NPA. La richiesta deve contenere una breve descrizione della natura della lite, i riferimenti di tutte le parti coinvolte e, se nominati, degli avvocati che le rappresentano.
1.4 In seguito al ricevimento di tale richiesta, il C.C.Eureka contatta la controparte al fine di ottenere l’assenso a partecipare alla procedura di NPA . Se non diversamente specificato nel contratto tra le parti, il termine ragionevole entro cui deve pervenire la risposta all’invito a partecipare alla procedura di NPA, è di trenta giorni dalla comunicazione dello stesso.
1.5 La procedura si considera attivata con la stipula di un Accordo per lo svolgimento di una procedura di NPA, sottoscritto da tutte le parti coinvolte e del C.C.Eureka.
 
2. Nomina e comunicazioni del terzo neutrale
 
2.1 In seguito al ricevimento della richiesta di attivazione della procedura di NPA il terzo neutrale scelto di comune accordo dalle parti, comunica alle stesse qualsiasi interesse personale o economico connesso all’esito della procedura di NPA, e qualsiasi altra circostanza che potrebbe essere vista come implicante un conflitto di interesse (sia questo apparente o reale).
2.2 In seguito al ricevimento di tali informazioni, o in ogni altra circostanza in cui il terzo neutrale comunichi che non è in grado di prestare la propria opera, sentito il parere delle parti il C.C.Eureka, può sostituire il terzo neutrale con altro candidato, o dichiarare la non procedibilità.
 
3. Data, ora e luogo della procedura di NPA
 
3.1 Il terzo neutrale, d’intesa con le parti, stabilisce la data, l’ora e il luogo di ogni incontro, nonché il relativo ordine del giorno.
 
4. Fase preliminare
 
4.1 Almeno 10 (dieci) giorni prima dell’incontro di NPA, e salvo diversi accordi, ciascuna parte fornisce al terzo neutrale una memoria scritta che riepiloghi i termini della controversia e il suo stato attuale, nonché eventuali documenti e informazioni ritenuti utili, il terzo neutrale può richiedere a ciascuna parte di fornire chiaramente informazioni aggiuntive.
4.2 Il terzo neutrale può limitare la lunghezza può limitare la lunghezza delle memorie e degli eventuali allegati. Può altresì incoraggiare le parti a scambiarsi memorie e ogni altro materiale già consegnatogli, per promuovere la comprensione dei reciproci punti di vista.
Salvo diversi accordi il materiale e le informazioni fornite al neutrale sono coperti da riservatezza assoluta.
 
5. Svolgimento della procedura di NPA e poteri del terzo neutrale
 
5.1 Il terzo neutrale è libero di condurre la procedurali NPA nel modo che ritiene più opportuno, tenendo in considerazione le circostanze del caso, la volontà delle parti e la necessità di trovare una rapida soluzione della lite. Il terzo neutrale non ha il potere di imporre alle parti alcuna soluzione. Il terzo neutrale è autorizzato a a tenere incontri congiunti e separati con le parti. Non viene eseguita alcuna forma di registrazione o verbalizzazione dei vari incontri.
5.2 Solo se espressamente richiesto, il terzo neutrale può rilasciare pareri orali o scritti sulla soluzione appropriata della lite.
 
 6. Rappresentanza
 
6.1 Ciascuna parte può farsi rappresentare da una persona di propria scelta. L’assistenza da parte di un avvocato non è richiesta, ma è consigliata.
6.2 Alle persone giuridiche è richiesto di partecipare alla procedura di NPA tramite un rappresentante fornito dei necessari poteri per transigere la controversia.
 
7. Altri procedimenti
 Le parti, con riferimento alla controversia oggetto della procedura di NPA, si impegnano a non avviare alcun procedimento giudiziario o arbitrale, per l’intera durata della procedura, tranne nel caso in cui una delle parti ritenga che tale procedimento sia necessario per impedire il decorso del tempo di termini di prescrizione o di decadenza, o sia in altro modo necessario per preservare i propri diritti nel caso in cui la procedura di NPA non dia esito positivo.
 
8. Conclusione della procedura di NPA
 
8.1 Ciascuna parte può abbandonare la procedura di NPA in qualsiasi momento, dandone pronta comunicazione sritta al terzo neutrale e alla controparte. La procedura di NPA si considera conclusa quando:
  • una parte abbandona la procedura;
  • il terzo neutrale rinuncia a sua discrezione all’incarico;
  • è stato raggiunto un accordo scritto.
8.2 Il terzo neutrale può inoltre aggiornare la procedura di NPA affinché le parti possano analizzare specifiche proposte, raccogliere nuove informazioni o per qualsiasi altra ragione ritenuta idonea ad agevolare la continuazione del negoziato. La procedura di NPA può successivamente riprendere su accordo delle parti.
 
9. Accordo
 
Qualsiasi accordo raggiunto al termine della procedura non è giuridicamente vincolante se non è redatto in forma scitta e firmato dalle parti, o in nome e per conto di esse.
 
10. Mancato accordo
 
Qualora non si pervenga ad un accordo, il terzo neutrale discute con le parti circa la possibilità di ricorrere a un’altra procedura di risoluzione della controversia.
 
 

 11. Riservatezza

 
11.1 Tutte le informazioni fornite al C.C.Eureka inerenti la richiesta di inizio della procedura di NPA , o utilizzati durante la stessa, sono riservati.
11.2 Il terzo neutrale e qualsiasi collaboratore del C.C.Eureka non possono essere obbligati a comunicare a chiunque quanto al punto precedente, a testimoniare o comunque produrre elementi di prova riguardanti la procedura di NPA in qualsiasi procedimento giurisdizionale, arbitrale o di qualsiasi altra natura.
11.3 Le parti e ogni altra persona presente alla procedura di NPA – inclusi gli avvocati e i consulenti – sono tenuti a mantenere la massima riservatezza e a non fare affidamento, o a presentare come prova in qualsiasi procedimento arbitrale,giudiziale o di altra natura:
(i) opinioni espresse, suggerimenti o offerte fatte dalla controparte, o dal terzo neutrale, nel corso della procedura di NPA;
(ii) ammissioni fatte dalla controparte nel corso della procedura di NPA;
(iii) la circostanza che una delle parti aveva o meno indicato la volontà di accertare una proposta di soluzione della lite fatta dalla controparte o dal terzo neutrale.
11.4 La previsione della riservatezza non si applica se, e nella misura in cui:
(i) tutte le parti consentono alla sua disapplicazione;
(ii) il terzo neutrale è obbligato dalla legge a non applicare il principio di riservatezza;
(iii) il terzo neutrale ritiene ragionevolmente che esiste il pericolo concreto di un pregiudizio alla vita o all’integrità di una persona se la previsione della riservatezza è applicata;
(iv) il terzo neutrale ritiene ragionevolmente che esiste il pericolo concreto di essere soggetto a un procedimento penale se la previsione della riservatezza è applicata.
11.5 Fatti, documenti, informazioni e ogni elemento altrimenti ammissibili come prove in qualsiasi procedimento arbitrale, giudiziale o di altra natura, non divengono inammissibili a causa del loro utilizzo nell’ambito della procedura di NPA.
 
12. Costi
 
12.1 Salvo diverso accordo, le spese amministrative e i costi della procedura da versare al C.C. Eureka, che includono l’onorario e le spese del terzo neutrale, si dividono egualmente tra le parti.
12.2 Qualora una parte abbandoni la procedura ma questa continui tra le altre parti, la parte uscente sarà tenuta al pagamento della propria parte delle spese e dei costi maturati fino ad allora, senza alcun addebito di spese e costi relativi all’attività successiva alla comunicazione al terzo neutrale e alle altre parti del proprio abbandono.
 
13. Esclusione di responsabilità
 
Né C.C. Eureka, né i loro assistenti o collaboratori sono responsabili di atti od omissioni riguardanti la preparazione, lo svolgimento o la conclusione della procedura di NPA, tranne il caso di dolo o colpa grave.
 
14. Ruolo del terzo neutrale in altri procedimenti
 
Salvo diverso accordo scritto tra le parti, il terzo neutrale non può svolgere funzione di arbitro o di avvocato di una delle parti in un procedimento arbitrale o giudiziario connesso con la lite che costituisce l’oggetto della procedura di NPA.
 
15. INTERPRETAZIONE E APPLICAZIONE DELLE NORME
 
Il terzo neutrale interpreta e applica le norme di questo regolamento per la parte relativa ai propri doveri e responsabilità. Tutte le altre regole procedurali sono interpretate e applicate da C.C. Eureka.
 
16. LEGGE APPLICABILE
 
 La procedura di NPA è regolata e produce gli effetti stabiliti dalla legge applicabile in Italia.
 
 
 
Dott.ssa Elga Profili

 

Carrello

Il carrello è vuoto.

Youtube


Cosa è la Conciliazione

"Nel mezzo di ogni difficoltà risiede un'opportunita''.

Albert Einstein

"Il conflitto è inevitabile ma combattere è un' optional."

Max Lucade